La "Bussola Costituzionale" del Dott. D. Claps

Copyright © 2015

  L' Embriologia Emozionale è la nuova Medicina Naturale


In questa sessione verrà esposto brevemente il concetto di Omeopatia con la sua Legge di Similitudine.

Potrete trovare una raccolta, sintetica, dei RIMEDI OMEOPATICI con i sintomi caratteristici per ogni rimedio.

Periodicamente verranno aggiunti altri rimedi, in ordine alfabetico, affinché possiate memorizzare almeno 3 rimedi a settimana.

BUON LAVORO

RIMEDI PUBBLICATI : 43 (aggiornato) 

L’Omeopatia viene definita come un metodo di terapia naturale e biologica, conforme alle leggi della natura in quanto nei preparati ad uso terapeutico vengono utilizzate sostanze estratte dai regni della natura vegetale, animale e minerale. Si tratta di una medicina antropica, definibile come medicina totale dell’uomo per la visione centrale della persona nella sua complessità e uniformità; può essere pure definita una “ terapia vitalista” in quanto considera l’uomo non già come un insieme di organi uniti in una macchina per dar vita a un organismo ma materia vivente “animata” da un’energia, definita “Principio Vitale”, che stimola e coordina le funzioni fisiologiche dell’organismo per un corretto sistema difensivo e di crescita.

Le sostanze omeopatiche di origine vegetale non devono quindi essere confuse con quelle della Fitoterapia che utilizza la Tintura madre ricavata dalla pianta. In Omeopatia la tintura madre è un ceppo di partenza che viene poi trattato con un preciso procedimento di diluizioni e dinamizzazioni in serie, ripetute fino al raggiungimento della diluizione voluta. La sostanza così trattata svolge una funzione elettromagnetica stimolante sulle difese organiche in grado di reagire alla malattia, che altro non è che una reazione fisiologica in risposta all’azione della sostanza patogena. Il rimedio preparato omeopaticamente non agisce sopprimendo i sintomi della malattia, ma interviene sulle cause profonde del turbamento dell’intero organismo. L’omeopata tiene conto delle cause lontane e vicine della malattia, studia il “terreno” su cui si è sviluppato l’agente patogeno, studia cioè la costituzione, il temperamento, la predisposizione ad ammalare. Una particolare nota di merito che possiamo rivolgere all’Omeopatia è l’apertura verso il malato: ascoltare ed annotare le parole di chi soffre per comprendere il dolore che è in noi. Con l’Omeopatia si apre l’era del dialogo intimo tra terapeuta e paziente, in un originale colloquio tra chi soffre e chi cura. La raccolta anamnestica omeopatica, infatti, si svolge senza fretta.

Mediamente una prima visita (o primo colloquio) dura almeno un’ora ed è suddivisa in due fasi:

  1. Una prima parte di ascolto, in cui il malato parla ed espone i propri problemi;
  2. Una seconda parte dove il medico interviene sia verbalmente, per chiarire il colloquio iniziale, sia manualmente con l’esame obiettivo.

Il terapeuta ascolta, osserva, interroga, scrive e coordina il colloquio. Annota tutti i sintomi, specialmente quelli che interessano più il malato che la malattia del momento; la diagnosi della malattia è sostituita dalla diagnosi del rimedio.

I sintomi del malato devono essere equiparati, cioè ricondotti per similitudine, ai sintomi patogenetici di ogni singolo rimedio omeopatico. È per tale ragione che una corretta e obiettiva raccolta dei disturbi diviene la conoscenza fondamentale per una scelta di similitudine.


La legge dei simili. Similia similbus curantur

Le malattie in Omeopatia, vengono curate con sostanze che, se somministrate ad un individuo sano, provocherebbero in esso quei sintomi presenti in quelle stesse patologie. Una sostanza quindi è in grado di curare gli stessi sintomi patologici che è in grado di produrre. Questa è una legge terapeutica perché, a differenza della medicina allopatica o tradizionale che non ha regole (è empirica, cioè si basa sull’esperienza e la pratica e non sul rigore scientifico), nella medicina omeopatica vi è un elemento che Hahnemann descrisse come una Relazione Forzosa tra causa ed effetto che è appunto dettata dalla Legge dei Simili. Concretamente, il Medicamento è la sostanza che viene data ad un individuo sano (sperimentatore), è invece definito Rimedio allorquando viene dato ad un malato. Nell’uomo sano il medicamento produrrà sintomi non patologici, cioè sintomi simili a quelli che si percepirebbero in corso di malattia, non sono malattia, ma unicamente i sintomi del medicamento. Dall’altro lato c’è il malato che è la manifestazione di ciò che è mancante, cioè espressione di ciò che gli manca per essere in perfetto equilibrio con la natura, è in poche parole fuori posto e i sintomi sono espressione della malattia. I sintomi del rimedio sono i sintomi della sperimentazione pura, i sintomi dell’uomo sono i sintomi della malattia.

Ripetiamo che molte volte la medicina allopatica pur non apprezzando le tecniche omeopatiche, fa essa stessa uso di tali rimedi. Riportiamo a titolo d’esempio alcune analogie della Legge dei Simili utilizzate in medicina allopatica: immunosoppressione specifica, induzione enzimatica, aspirina (se somministrata ad alte dosi causa ipertermia, ma se usata in pazienti con febbre la cura), effetti inversi dell’Imipramina, il-1 interleuchina), la tiroxina (giova negli ipertiroidei), la digitale (deprime la funzione cardiaca nel sano), sostanze cancerogene, estratti di batteri (a somministrazione sub-linguale).

                                                                                          I MIASMI: dinamismo morboso 

 Hahnemann si domandava del perché dopo la guarigione ci si riammala nuovamente, egli intuì che al di là delle innumerevoli malattie, esistesse uno stato morboso costituzionale presente in ogni singolo individuo e capace di sviluppare quadri patologici diversi.

Queste manifestazioni sono riassumibili e riconducibili a tre forme, le vere tre malattie croniche o Miasmi: Psora, Sicosi e Sifilis. I Miasmi sono determinanti perché imprimono la maniera individuale di reagire del terreno del malato, in altre parole ogni malato mette in risalto una propria sintomatologia in relazione con il miasma predominante.

MATERIA MEDICA

I RIMEDI OMEOPATICI

ACONITUM

Ha paura di uscire, di stare tra la gente, tra la folla, panico, agorafobia, paura di attraversare la strada. Predice il giorno o l’ora in cui morirà. Triade: agitato, ansioso, paura della morte. Dolori intollerabili, esagerati rispetto alla causa, plateale nelle manifestazioni dolorose come Camomilla. Peggiora la notte (alle 23) specialmente i suoi dolori e la febbre. Crisi isteriche, teatrali solo dove c’è gente. Febbre alta, improvvisa senza sudorazione, sete di acqua fredda, con intensa paura e agitazione, dice che morirà, espressione di paura. Convulsioni nel bambino durante la dentizione; tosse da esposizione a vento freddo e secco; Amenorrea in giovani donne dopo spavento. Faccia rossa stando sdraiata e pallida stando in piedi o seduta. Peggiora all’aria aperta, con la sudorazione,  col freddo secco, la notte dalle 23 alle 11; è l’acuto di Sulphur. Per le paralisi a frigore, altrimenti utile è Causticum


AESCULUS HIPPOCASTANUS

Abbattuto, depresso, molto irritabile. Perde facilmente la calma e lentamente riprende il controllo.Congestione portale con sensazione di pienezza. Mentalmente depresso e irritabile.Pressione frontale con nausea. Fitte dolorose all’ipocondrio destra. Faringite con gola calda e secca, fortemente infiammata, con fitte fino alle orecchie deglutendo, tende a ingoiare continuamente. Gola sensibile ispirando come da escoriazione. Sensazione di peso allo stomaco come un sasso, dolore corrosivo che  peggiora dopo 3 ore dal pasto. Pulsazioni in regione ipogastrica e pelvica; retto come se fosse pieno di piccoli legnetti escorianti; Emorroidi con dolore acuto, tagliente che sale lungo la schiena, sanguinante; bruciore anale che si propaga sulla schiena; febbre con brividi alle 16 lungo la schiena, la febbre è mattutina dalle 7 alle 12; costante pulsazione dietro la sinfisi pubica durante il ciclo mestruale; << la mattina appena sveglio, camminando, evacuando, dopo mangiato. Migliora all’aria fresca.


ALLIUM CEPA

Ipersecrezione delle mucose. Raffreddore con secrezione profusa, acquosa e acre che cola dalla punta del naso. Lacrimazione profusa ma non irritante, sensazione di bruciore, di puntura agli occhi che sono iniettati di sangue. Rinite allergica stagionale, in primavera con scolo bruciante, irritazione del naso e del labbro. Febbre da fieno in Agosto con starnuti violenti, toccando le pesche. Tosse per raschiare la gola. Colica dopo colpo di freddo, mangiando cetrioli, insalata, da eccessi alimentari. Nevralgia al viso, testa, collo e torace come un lungo filo. Nevralgia dell’arto amputato, dolore urente e pungente.Cefalea catarrale con raffreddore che peggiora la sera, in una camera calda e migliora all’aperto. Cefalea scompare con il flusso e compare alla fine del ciclo. Ottimo rimedio per i piedi arrossati e dolenti. Peggiora la sera, camera calda e migliora all’aria aperta, camera fresca

ALLIUM SATIVA

Soggetti grassi con dispepsia e affezioni catarrali. Desiderano e praticano una vita sedentaria. Asma con voce rauca e fioca. Rantoli costanti di muco. Vasodilatatore, l’ipotensione inizia 30’ – 40’ dopo l’assunzione di 40 gocce di T.M. Usato spesso nelle dispepsie dei grandi consumatori di carne con eruttazione e pirosi gastrica. tosse secca nei fumatori che << dopo i pasti. Tosse catarrale al mattino con muco vischioso che si stacca con difficoltà e dall’odore putrido (differenziare da kali bichromicum). Ipertensione con testa pesante, pulsazioni alle tempie. Sensazione di capello sulla lingua, o in gola. Lingua pallida con papille rosse.

ALOE SOCOTRINA

Un rimedio che tende a ristabilire un equilibrio fisiologico dopo un uso frequente di farmaci, intossicazione iatrogena. Dove i sintomi del farmaco e della malattia sono mischiati e recano confusione. tutto tende verso il basso. E’ il rimedio più ricco di sintomi da Congestione portale. Costituzione: persone LINFATICHE, flemmatiche, stanche, anziane. Utile rimedio per gli alcolizzati di “birra”. Cefalea d’origine gastrointestinale (frontale con pesantezza oculare) con nausea, che >> con applicazioni fredde. Avversione alla carne. Desiderio di cibi succosi. Produce molto muco in masse gelatinose sia dalla gola che dal retto.Gonfiore regione ipocondrio destro. L’addome sembra: pieno, gonfio, caldo e pesante. Pulsazione del plesso emorroidale. Flatulenza post-prandiale. Diarrea da dover correre dopo aver mangiato o bevuto, diarrea al mattino presto come Sulphur. Prima di evacuare: intenso borborigmi, pesantezza e intenso stimolo con lieve incontinenza delle feci, dopo intensa astenia. Prurito e bruciore anale che impedisce il sonno, emorroidi a grappolo, di colore blu.. Costante pressione verso il basso a livello rettale, vescicale, uterino e Umorale. Stipsi, con bruciore rettale. Dolore rettale dopo la defecazione. Peggiora  attina presto, estate, col calore, dopo mangiato.

ALUMINA

Perdita d’identità “Non senso”, il paziente riferisce: vuoto mentale, mancanza di parole, frase senza senso, distacco della testa, quando parla è come se non fosse lui a farlo, è come se non fossi io qui.  Confusione mentale: si sforza a trovare le giuste parole, il pensiero non è lucido, esita nel parlare, nello scrivere c’è difficoltà a trovare le parole. Indeciso, ogni azione, scelta, decisione diventa un problema, si appoggia completamente agli altri. Bambini con grande difficoltà a imparare a scrivere, a leggere; sembrano distaccati e trasognanti. Totale sfiducia in se stesso che peggiora ogni volta che deve incontrare persone, il massimo viene raggiunto in presenza di pubblico. Il tutto sfocia in crisi di Panico. Ansia nel fare, nell’affrontare, d’anticipazione. Paura d’ammalare, di cadere nell’impulso a uccidere, di incontrare le persone o il pubblicoCaratteristico desiderio di uccidere con coltello o taglierino, specie il proprio figlio alla nascita. Desiderio di terra e gesso, li mette in bocca. Intolleranza alle patate. Stipsi tenace, feci dure, secche, nodose, totale inattività rettale.  Tosse secca con catarro retrofaringeo e raucedine. Sensazione di scossa elettrica toccando gli oggetti.


ANACARDIUM ORIENTALE

Perdita della memoria e cefalea da affaticamento mentale. Improvvisi vuoti di memoria, tutto è un sogno. Avversione per l’umanità. Tortura gli animali con gusto. Desiderio di fare male, crudele. Carattere bizzarro, ride su argomenti seri e dolorosi. Anima e corpo sono separati. Bestemmia, giura e spergiura, parolacce. Sdoppiamento della personalità, come se avesse due volontà: una buona e una cattiva (diavoletto e angioletto). Sensazione d’essere seguito, visto, controllato. Iperfagia in soggetti obesi. Cefalea degli studenti che  >> mangiando. Sensazione di stomaco vuoto. Verruche del palmo della mano. Disturbi compaiono a destra e si spostano a sinistra. Grande ricostituente nell’esaurimento nervoso. migliora mangiando. Peggiora a stomaco vuoto, per eccessi sessuali, prima di un esame. Vescichette cutanee tenaci tipo penfigo e pustole. Sensazione di un palo nell’ano. Sensazione di non finire mai di evacuare. Stipsi nervosa. Dolore gastrico che peggiora a digiuno.

ANTIMONIUM CRUDUM

Golosi, voracità per compensa le delusioni d’amorose, di lavoro. Bisbetico, brontola spesso, ha la lacrima facile. Testa tra le nuvole, amore contemplativo, sentimentale. Equilibrio mentale instabile che sfocia in ira e bulimia. Grande tristezza con pianto, disgusto per la vita, molto suscettibile infatti la più piccola cosa lo ferisce. Peggiora con cibi e bevande acide, abusando a tavola, con le delusioni d’amore che compensa mangiando. Bambini non sopportano essere toccati o osservati, peggiorano se consolati. Migliora con applicazioni e bagni caldi, riposando, aria aperta. intolleranza al pane, grassi e aceto. Desidera bevande acide mal tollerate, specialmente l’aceto. Traspirazione abbondantissima. Spesso desidera parlare in rime. Avversione acqua fredda, grida se ne viene a contatto. Indurimenti cornei alla pianta dei piedi, verruche. Ulcere della bocca (digestive), afte da intossicazione alimentare. Muco dall’ano, filante, giallastro (origine autoiimmune). Meteorismo, digestione difficile e lenta, stipsi, flatulenza ed eruttazione continua, vomito acetonico. Fissurazioni ungueali, verruche cornee non sanguinanti. Lingua bianca, spessa, come latte (segno molto caratteristico). Eruzioni cutanee, tipo eczema umide, con secrezione tipo miele. 


APIS MELLIFICA

Maldestro, gli oggetti gli cadono dalle mani, ma anche a sinistra. Disturbi e sofferenza per gelosia, rabbia, cattive notizie, paure. Incontentabile, alla continua ricerca di non so cosa, indaffarato.Piange facilmente e spesso. Nervosismo, agitazione continua. Soggetto molto sospettoso, sembra un ape soldato. Bambino: grida improvvise mentre dorme.Edema generalizzato: orticaria, allergie alimentari e a farmaci. Edema locale pallido o rosso che sembrano sacche di acqua. Occhi gonfi, mani e piedi, idropisia. Dolori brucianti, trafittivi che >> con applicazioni fredde. Assenza di sete. << lato destro, ovaio, testicolo, occhio. Utile nella Scarlattina (Belladonna, Helleborus, Cantharis). Febbre intermittente. Diarrea improvvisa dopo soppressione delle eruzioni. Stipsi con sensazione di rottura dell’intestino da sforzo. Eruzioni: foruncoli, ascessi, patereccio tutti in fase iniziale. Congiuntivite con edema delle palpebre. Orzaiolo recidivante. Febbre con alternanza di pelle esecca bruciante e sudorazione. << caldo, contatto, pressione, dopo crisi gelosia, dalle 16 alle 18. Migliora con applicazioni fredde, al mare. Indurimento delle ghiandole, dei linfonodi, angina tonsillare destra.Lingua rossa, calda, bruciante sulla punta.


ARGENTUM NITRICUM

Ansioso, inquieto e pieno di paure che scatenano vertigini Soggetti magri, frettolosissimi, emotivi che sembrano più vecchi.Ansia d’anticipazione con diarrea  improvvisa e violenta. Paure mu ltiple con tremori perchè insicuro: claustrofobia, agorafobia, luighi alti, del vuoto, di essere solo. Astenia marcata con apprensione. Vorrebbe finire prima di aver cominciatociò che ha intrapreso. Timore di essere sempre in ritardo e che non ha il tempo per finire. Causticante nelle piccole emorragie. Sogni orribili di serpenti, morti che sono ancora vivi, fantasmi, cani neri. Cefalea perforante sulla fronte sinistra che >> fascia stretta. Diarrea a schizzo, verdastra come spinaci. Forte desiderio di zucchero che lo aggrava. Mal di gola da sforzo vocale, cantanti. Sensazione di una scheggia in gola, deglutendo. Senso dell’equilibrio sempre precario. Peggiora con cibi freddi, dopo sforzo mentale, chiaro di luna, dolci. Migliora con l’aria fredda, il vento, con una fascia stretta. Desidera il gelato e poi sta male. Congiuntivite rossissima con secrezione purulenta. Non riesce a portare a termine ciò che comincia. Dimagrimento progressivo dal basso in alto.


ARNICA MONTANA

Sensazione di ammaccature, di lividi ovunque.  Il letto gli sembra troppo duro. Anche se malato scaccia il medico. Terrore della morte. Non sopporta essere toccato o parlargli quando sta male. Avversione alla carne, al pane e al latte. Sogni di animali, di ladri, di litigare e di incidenti. Epistassi soffiando il naso e spontanee. Flatulenza dall’odore di uova marce. Ecchimosi sottopelle. Peggioramento bevendo vino Migliora coricato a testa bassa. Soggetti simpaticotonici, ipersensibili. Pieni di dolori ovunque specialmente alle ossa e alle articolazioni, indolenzito. Dolori da spossatezza, contusione, trauma, distorsione, ferita, frattura. Trauma psicologico di vecchia data. Tonifica l’apparato cardiocircolatorio, utile nell’infarto, astenia del miocardio.  Raucedine e afonia da sforzo vocale, (urla, grida) o nei cantanti. Acne o eczema bilaterale sul viso. Nevralgia e lombo-sciatalgia da sforzo.


ARSENICUM ALBUM

Le 4 A: Avarizia, Ansia, Agitazione, Astenia.Disposizione alla depressione, melanconia, all’indifferenza. Estrema ansia e paura, per tutto specialmente per se stesso, e se dovesse succedere a me? Controlla tutto e tutti, possessivo, geloso, avido e avaro. Pignoleria estrema, ordinato, niente deve essere fuori posto o si perde, gli viene l’ansia. Paura della morte, pensa sia inutile prendere le medicine, è incurabile, nessuno lo può aiutare. È il tipico paziente che gira mille medici alla ricerca di una conferma di malattia, e in special modo d’essere ammalato di cancro. Agitazione mentale ma fisicamente troppo debole per agire. Dolori brucianti che migliorano con il calore, bruciore come carbone ardente, ferro arroventato.Sete intensa a piccoli sorsi di acqua fredda che gli rimane sullo stomaco, come se non la digerisse. Crisi asmatiche verso le 24 e le 2 che >> alzandosi o piegato in avanti, non riesce a stare sdraiato. Molto freddoloso, ha bisogno di calore umano e materiale.Estrema astenia sproporzionata alla causa, esaurito.Periodicità dei sintomi, ogni anno, asma, eczema secco.Eruzioni secche e squamose, tipo psoriasi,  con prurito e bruciore.Gastrite da: frutta, gelati, alcolici, formaggi fermentati e cibi freddi.Diarrea del viaggiatore con diarrea e vomito bruciante.Febbre alta con sete, sudori freddi, intenso calore che >>  al caldo. Migliora con il caldo (eccetto la cefale), a riposo, se è in compagnia. <  Peggiora con il freddo, la notte, col movimento, sdraiato sul lato affetto.


AURUM METALLICUM

Talmente nervoso da giungere alla collera e al disgusto per la vita; Tendenza suicida per collera repressa. Autodeprezzamento, svalutazione di se stesso, malinconico e triste. Autoritario, agitato con crisi colleriche alla minima contraddizione. Bambini temerari che non rispettano e ascoltano le regole, collerici ma generosi. Desiderano avere soldi per aiutare i famigliari. Attirano gli insetti, divarati dalle punture. Ernia ombelicale o inguinale destra. Asma causata da tempo umido. Dolori intensi, lancinanti, profondi nelle ossa che << la notte. Desiderio di latte, caffè. Cefalea lancinante al vertice. Arteriosclerosi senile in soggetti depressi e freddolosi. Ascesso dentale, otite suppurante recidivante, sinusite cronica in soggetti collerici e freddolosi. Ipertensione arteriosa con palpitazione violenta e vampate di calore, viso congestionato. Peggiora di notte, al freddo, rumore, con alcolici. Migliora sera, calore dell’estate, aria calda. Ipertiroidismo in collerici  preoccupati. Grande scarto tra la pressione sistolica e quella diastolica. Malattie comparse dopo: spavento, collera, paura, amore contrastato, depressione nervosa con tentato suicida.


AVENA SATIVA

Azione selettiva sul cervello e sistema nervoso. L’esaurimento nervoso e la debolezza a livello sessuale richiedono spesso l’utilizza di Avena in dosi ponderali. E’ il miglior tonico nei casi di debolezza post malattia debilitante. Tremori nervosi nell’anziano, Parkinson, epilessia. Paralisi post-difterica e corea; Incapacità a concentrarsi;  Cefalea da tensione nervosa che peggiora durante il ciclo; Amenorrea e dismenorrea. Impotenza e spermatorrea; Arti intorpiditi come da paralisi; Diminuzione della forza nelle mani. Comparare con Alfalfa che è un tonico generale come l’avena. Utile la dose ponderale in T.M. da 10 a 20 gocce in acqua calda.


BAPTISIA

Stati febbrili a bassa temperatura (37 – 38 °C), condizioni di setticemia con prostrazione. Grande prostrazione e senso di contusione muscolare; tutte le secrezioni maleodoranti (alito, feci, urine, sudore); senso di smarrimento, incapacità a pensare, confusione mentale; pensa di essere rotto o doppio e si agita nel letto cercando di rimettere insieme i pezzi; delirio, smarrimento, aspetto ebete; testa pesante, intorpidita, con senso di cervello dolorante;

sordità in caso di Tifo; alito fetido, con sensazione di bruciore alla lingua; riesce a ingoiare solo Liquidi, il resto provoca vomito; << con cibi solidi; spasmi esofagei; dolore epigastrico, con senso di presenza di corpo estraneo duro; tutto << con la Birra; paura di dormire per la presenza di soffocamento; insonnia, incubi spaventosi, si sente sparpagliata nel letto; febbre delirante, con brividi alle 11, calore diffuso, astenia e dolori reumatici; peggiora caldo-umido, nebbia, al coperto.Ha un’azione breve, quindi ripetere l’assunzione frequentemente.

BERBERIS VULGARIS

E’ caratterizzato dal rapido cambiamento dei sintomi, ad esempio i dolori cambiano luogo e caratteristica continuamente. Agisce elettivamente su affezioni epatiche, reumatiche e nei disturbi urinari.Tendenza alla gotta; Dolore molto marcato in regione renale; Calcoli e catarro vescicale;Dolori a partenza renale che si diffondono su tutto il corpo; Affezioni artritiche con disturbi urinari concomitanti; Tutti i dolori << stando in piedi e con l’esercizio attivo; Disattento, apatico, indifferente; Sensazione di cappello stretto che preme sulla testa; Nausea prima di colazione; Dolori brucianti; Sensazione di urina che ristagna dopo la minzione; dolore nelle cosce e a livello renale durante la minzione; Uretra che brucia quando non urina; Nevralgia sotto le unghie delle dita mano; Dolore dei talloni, come presenza di ulcera; peggiora con il movimento, in piedi.


CARDUS MARIANUS

L’azione è concentrata al fegato e al sistema portale, con sensazione di: contusione, dolore e ittero. usarlo dopo abuso di sostanze alcoliche, specialmente la birra; mentalmente sono: sconfortati, smemorati e apatici; sensazione di testa pesante, intorpidita; vertigini con tendenza a cadere in avanti; bruciore e pressione oculare; lingua sporca, gusto amaro con scarso appetito; fitte a lato sinistro dello stomaco; dolore regione epatica, senso di pienezza; stipsi, feci dure e nodose, alternate a diarrea; emorroidi emorragiche con dolore bruciante; prurito notturno; eruzioni cutanee nella zona sternale inferiore.


CHAMOMILLA

I sintomi principali coinvolgono la sfera mentale (isteria), la pediatria, e l’apparato intestinale.

irritabilità, coliche addominali, e inquietudine dei bambini; ipersensibilità al caffè; controindicato in soggetti: miti, calmi che soffrono di stipsi; in tutti i sintomi fisici c’è rabbia, pianto, scatti d’ira;

>> tenuto in braccio, o con il dondolio (macchina, treno); caratteristica guancia rossa e calda, l’altra pallida e fredda; sofferenza durante la dentizione; nausea dopo caffè; eruttazioni nauseanti, reflusso acido; addome dilatato, con dolori e coliche in regione ombelicale e renale; coliche flatulenti dopo rabbia, con guancia rossa e sudore caldo; diarrea durante la dentizione; lingua giallastra; ipersalivazione notturna; << caldo, rabbia, la notte, con il vento.Utile Belladonna dopo Chamomilla nei disturbi pediatrici


CHELIDONIUM MAJUS

Importante rimedio epatico: pelle itterica e costante dolore sotto l’angolo inferiore della scapola destra. Trova largo uso nelle complicanze biliari durante la gestazione.

pesantezza della testa, come presenze di piombo; sonnolenza e letargia marcata e costante; vertigini associate a disturbi epatici, nella cirrosi scompensata; cefalea destra, dietro l’orecchio e la scapola; nevralgia oculare destra, preceduta da dolore epatico; lingua gialla con impronta dei denti; gusto amaro e pastoso; desidera cibi e bevande calde; il mangiare da un sollievo momentaneo; ittero da ostruzione epatica e biliare, colica biliare; fermentazione e stipsi; tendenza a litiasi biliare; feci dure, a palla, simili a feci caprine; dolore nucale con rigidità del collo; << lato destro, mattino, cambi di tempo (stagioni); >> dopo cena e con la pressione.


DROSERA ROTUNDIFOLIA

 Pianta insettivora che cresce nel terreni acquitrinosi, difficile da trovare perché ricoperta da muschio. Gli insetti che si posano sulle foglie restano invischiati da un liquido vischioso, luccicante simile a rugiada, qui vengono digeriti da un enzima proteolitico del liquido, simile alla Pepsina.

tosse accessuale, colpi frequenti da lasciare senza fiato; tosse con vomito ed epistassi; fitte al torace che il paziente deve comprimere il petto; << la notte; voce rauca, bassa, come nella TBC del laringe; viso cianotico e attacchi asfittici; difficoltà a espellere il catarro; stato d’angoscia negli attacchi; vertigini con tendenza a cadere sul lato sinistro; asma << parlando; << dopo le 24, sdraiato, a letto, cantando e ridendo. Hanhnemann la consigliava nella Pertosse, in unica somministrazione alla 30 CH


GELSEMIUM

Estrema sensibilità per gli sconosciuti, timido e insicuro. Paura di comparire in pubblico, della morte, della gente, agorafobia. Panico da prova: non parla, non ricorda, suda in silenzio, balbetta, dalla paura. Soggetti sonnolenti, pigri, che desiderano stare tranquilli nel loro ambiente famigliare. Ansia d’anticipazione: esame, viaggio in aereo, convegno, interrogazione, appuntamento.

Diarrea incessante prima di una prova. Bambini che si aggrappano alla madre per paura di cadere (Borax) Febbre con scarsa sete, tremore, dolori muscolari, cefalea e -prostrazione. Angina bianca con dolori irradiati alle orecchie. Rimedio per la paralisi, poliomielite, crampi dello scrittore. Spasmi del collo uterino che impediscono il parto. Tremore alle gambe camminando. Insonnia da ansia per il giorno dopo. Cefalea congestiva che >> con abbondante minzione. << dalle 16 alle 18, con le prove, tabacco, cambi di tempo, caldo.     >> urinando, sudando, aria fresca, lento movimento.


HELLEBORUS NIGER

Stato depressivo più profondo.  Non sente di avere più speranza, rimane inebetito. Si tiene al di fuori dal mondo. Si culla in un movimento ritmico senza fine, ondeggiamento. Depressione da abbandono, non hanno ricevuto affetto o amore. Deserto di affetti, indifferenza, apatia, distacco totale dal mondo, dagli affetti, dai sentimenti. Degrignamento dei denti. Scialorrea, ipersalivazione (Mercurius). Alitosi, fiato putrido. Crisi encefalitiche. Ipereccitabilità nervosa seguito da stato stuporoso, svenimenti, spasmi, convulsioni. Cefalea come da meningite con trisma.  Sogni selvaggi, aggressivi. Bambini con pavor nocturnus.  Diarrea con sangue e muco.  Psicosi in caso di amenorrea. Astenia cardiaca con edemi agli arti inferiori.


IGNATIA AMARA

Nervosismo costante per insoddisfazione. Avversione all’odore del fumo. Litigiosa, impaziente, incostante (il femminile di Nux). Dopo lutti, separazioni, cambiamenti. Sensazione di bolo isterico, nodo che blocca la respirazione. Sospiri costanti e visibili, sbadigli. Risate folli ed incomprensibili alternate a pianto isterico. Variabilità estrema dell’umore (Pulsatilla). Pensieri tristi persistenti, rimugina su lutti, delusioni, contrarietà. Amenorrea dopo rimprovero. Si sente abbandonata, non amata. Ll’isteria è la sua manifestazione tipica. Rabbiosa se scopre un suo difetto. Cefalea come un chiodo in testa, che >> urinando (Gelsemium) Dolori localizzabili con un dito. Ipersensibilità a tutti gli odori. Avversione al fumo e al caffè. Reazioni paradosse: si addormenta con il rumore, fame che aumenta mangiando. Emorroidi che >> camminando. Dolore in gola che >> ingoiando. Tosse << tossendo risata durante una notizia dolorosa. >> distraendosi, mangiando, pressione forte, caldo, coricata sul lato dolente. << se contrariata, con la consolazione, odori forti, con i dolci.

LACHESIS

Logorroica, loquace,salta da un argomento all’altro, tanto da ubriacare chi l’ascolta. Allucinazioni profetiche, si crede un'altra, crede di avere due volontà, disposizione alla depressione, estremamente dittatoriali. Ossessionionata da lutti, morte, funerali e ne parla spesso. Tristezza e ansia mattutina, allegra e attiva la sera. Allucinazioni: di fantasmi, di immagini e idoli, di volare. Sensazione di palla in gola, di palla che ruota nella vescica.

Disturbi che compaiono con la menopausa, non si sente più una donna attraente, si sente trascurata, da qui la gelosia e l’ansia con paura della morte, della vecchiaia. Sindrome del climaterio: vampate e sudorazione calda, << notte, cefalea pulsante a sinistra, emorroidi, ecchimosi. Non sopporta fasce, cravatte o colli alti intorno alla gola, indumenti stretti, anche il reggiseno la infastidisce. Desiderio di Alcol, etilismo cronico. Ipersensibilità tattile specie al collo. Angina faringea acuta a sinistra, gola arrossata. Ipertensione arteriosa in menopausa. Feci che puzzano di cadavere, escrezioni fetide. Diarrea dopo aver dormito, prima del ciclo. Lateralità sempre a sinistra, che si sposta a destra. Cefalea premente alle tempie sinistra. Pediculosi (Staphysagria, Apis, Arsenicum). <<  dopo aver dormito, menopausa, abiti stretti, mattina. >> con il ciclo, la sera, con le eliminazioni: rinorrea, epistassi, sudore. Malattie infettive con suppurazione.Epilessia e tremori durante il sonno. 


LEDUM PALUSTRE

Crisi gottose all’alluce, con edema dolente. Infiammazione reumatiche degli arti senza febbre.

Rigidità della schiena dopo essere stati seduti a lungo. Algie del ginocchio che << movimento e >> con applicazioni fredde. Alluce valgo dolorante. Acne rosacea negli etilisti. Ecchimosi, emorragie da trauma, con stravaso di sangue nelle parti molli.  << calore del letto, col movimento.  >> col riposo, applicazioni fredde. Pazienti freddolosi.Trauma oculare, occhio livido. Punture di insetti e per chi attira gli insetti.   Ferite da punta, spine, chiodi, punture che non sanguinano ma danno dolore locale.


LYCOPODIUM

 Nel loro intimo sono continuamente in lotta con la Codardia. Marcata mancanza di fiducia in se stessi anche se dotato di una viva intelligenza. Cercano relazioni sessuali prive di responsabilità a lungo termine. Lecchino con i superiori, autoritario con i dipendenti. Danno una falsa immagine di sé: capaci, socievoli, estroversi, coraggiosi, sinceri e autoritari fino alla tirannia verso i dipendenti o i famigliari, ma sotto sotto sono dei codardi. Se sposato: disturbi sessuali per la paura d’essere incapace di far fronte alle proprie prestazioni. (frigidità, impotenza, eiaculazione precoce, erezione incompleta). Ansia da prestazione sessuale con scarsa erezione. Secchezza vaginale e bruciori interni durante e dopo il rapporto sessuale. Lateralità marcatamente a Destra. Autodeprezzamento, suscettibile e avaro ma mai come Arsenicum. Paura di restare solo e degli estranei. << il pomeriggio dalle 16 alle 20. Fame vorace, si sazia subito ma ha nuovamente la fame. Fame notturna, si sveglia per mangiare. Emianopsia: vede solo la metà degli oggetti.   Vomito acetonico nei bambini, nella febbre alta. Meteorismo intenso sott’ombelicale, << pomeriggio. Stipsi che peggiora viaggiando. Renella e litiasi renale cronica.


MAGNETIS POLUS ARTICUS

Dolori strappanti in varie parti del corpo: nei denti anteriori, a livello della bocca dello stomaco e sulla guancia sinistra. Umore piagnucoloso con brividi, Triste la sera inizia a piangere contro la propria volontà con successivo dolore oculare. Parla ad alta voce con se stesso quando si occupa dei suoi affari. Frettoloso, coraggioso, deciso e acuto. Cefalea con intenso e martellante dolore alla superficie del cervello e alla tempia destra. Sensazione di schiacciamento della testa. Sensazione di soffio freddo sugli occhi o di ragnatela Allucinazioni olfattive: odore di intonaco fresco e polvere, di uova marce o di feci. Epistassi per 3 pomeriggi di seguito che << ogni pomeriggio preceduto da dolore frontale. Odontalgia come se il dente fosse stato strappato. Pressione in ogni parte dell’addome come se stesse per scoppiare che >> stando seduto e immobile. Scrosci e scricchiolii nelle vertebre cervicali, muovendosi. Sensazione di freddo al braccio che è stato a contatto col magnete. Prurito doloroso e bruciante sul dorso della falange media del mignolo, come congelata, dolente al tatto. Eccessiva debolezza delle gambe camminando, come se si stiano per spezzare. Sensazione di tendini corti. Dolorosa pressione dei calli, improvvise fitte nei calcagni, alluci e polpacci sedendosi. Febbre con senso di freddo diffuso come se fosse nudo, senza brividi, sudore freddo diffuso, loquacità e irritabilità. Continue punture penetranti in varie parti del corpo in generale.Tremori e freddo nelle zone toccate con il magnete.  Sogni lussuriosi tutta la notte, inquieto.


MAGNETIS POLUS AUSTRALIS

Pianto immediato nella depressione, scoraggiat, scontento di se. Manca di voglia, interesse nel lavoro, apatico.Taciturno, misantropo, avversione al colloquio, vuole stare solo. Mancanza di buonumore (Vittimista). Collera violenta per il più piccolo motivo, comincia a tremare ad essere affrettato e parla a ripetizione, rude nel linguaggio e nel comportamento, parla con violenza, ingiuriando. Le cose sembrano allontanarsi e avvicinarsi. Impercettibile brulichio nel cervello come se ci fossero insetti. Sensazione come se sulla faccia soffi aria fresca. Le cose appaiono offuscate, quasi sdoppiate mettendo il magnete dietro la nuca. Avversione al latte specie la mattina. Coliche flatulente di notte con dolore pressorio e di pizzicotto dall’interno all’esterno che impedisce di dormire. I testicoli sono dolenti al tatto. Polluzione notturna in soggetti emiplegici (nota di Hahnemann: dopo la polluzione la paralisi peggiora).  Impotenza: coito ed erezione normali e piacevole ma al momento dell’eiaculazione l’orgasmo si arresta e il pene diviene flaccido. il Polo-sud sembra scatenare emorragie, specie uterine - il Polo Nord blocca il flusso) Dolenzia della parte interna dell’unghia dell’alluce come se l’unghia fosse cresciuta dentro la carne da un lato.  Contrazioni delle dita a a contatto con il magnete, oltre a sensazione di calore e pulsazione. Sensazione di freddo nella coscia destra. Sensazione di strisciamento, come serpenti, sul braccio sinistro. Sogni di fuochi, litigi e lotte. Febbre con brividi tutto il giorno, dalle gambe al ginocchio. Senso di freddo su tutto il corpo, << la sera, non ha sete, si sente di cattivo umore, intollerante, avverso al cibo. La bocca è secca.


MERCURIUS SOLUBILIS

Soggetti irrequieti, irritabili, frettolosi, distaccati ed arroganti. Introversi e chiusi., fobici, inafferrabili sentimentalmente.Impulsi improvvisi ad uccidere o uccidersi. Impazienza con agitazione serale verso le 20. Bambini irrequieti che toccano tutto e sono negati per la matematica.Insicuri a tal punto da essere estremamente cauti e sospettosi.Molto meticolosi e ordinati.Non sopportano essere contraddetti o criticati, sfocia in aggressività violenta. <<  notturno, tempo umido, dopo le 18, con il calore del letto. >> con il riposo, tempo secco. Febbre e brividi a fior di pelle con sudorazione notturna maleodorante sete intensa. Avversione carne, dolci e caffè.Desidera pane e burro, il latte.Secrezioni abbondanti, corrosive, vischiose e maleodoranti.Secrezione nasale giallastra e nauseabonda, sinusite mascellare.Scialorrea, bagna il cuscino di saliva la notte.Diarrea verdastra e acquosa.Debolezza e tremori che << con il minimo sforzo.Suppurazioni frequenti con pus giallastro dall’odore putrido.Lingua con patina giallastra, spesso la lingua conserva l’impronta dei denti.Gengive gonfie e spugnose, alitosi, dolori dentari pressivi Placche alla gola, alle tonsille con febbre alta e sudorazione maleodorante, dolorose.Eruzioni squamose, gialle, pruriginose. Tutti i sintomi, compreso la febbre, compaiono la notte.Dolori articolari notturni.Scolo uretrale verdastre. Leucorrea.

                                                                            NATRUM MURIATICUM

Distaccato e isolato, misantropo, melanconia.Terrore dei ladri, li sogna, controlla tutta casa prima di dormire.Avversione alla consolazione.Irritabili e scontrosi, sanno tutto loro, superbo, presuntuoso, arrogante.Depressione profonda dopo dispiaceri, non esteriorizza la sua sofferenza.Disturbi da afflizione di vecchia data: dispiacere, delusione, tradimento, lutti (recenti è Ignatia) Medita la vendetta, rancoroso..Indiffrente ai piaceri, rimugina su cose sgradevoli. Bambini con problemi con il padre.Poco loquaci, non parlano mai e non raccontano nulla di se, il foglio dell’omeopata rimane bianco alla visita di un Natrum. Ansia e paura del temporale (Phosph.) Lingua a carta geografica. Sensazione di capello sulla lingua. Bocca secca con forte sete di acqua fredda, herpes labiale, afte e ferite alle gengive. Sensazione di forte stanchezza e brividi di freddo. Perde peso anche se mangia, forte appetito. Desiderio esagerat di sale. Desidera: pesce, pane, carne. Avversione: grassi, pane di segale. Eczema localizzato a livello delle pieghe di flessione e bordo del cuoio capelluto. Verruche palmo della mano e pieghe delle dita. Cefalea negli anemici, del fine settimana dalle 10 alle 15. Porri e verruche sul palmo della mano.  << calore, al sole, consolazione, dalle 10 alle 11, in  riva al mare.. >>aria aperta, coricato sula lato destro o dolente, acqua fredda. 


NUX VOMICA

Ipersensibile con estremo nervosismo e irritabilità, maltratta tutti con parole offensive e sgradevoli. Arrivista, non si preoccupa di nessuno pur di raggiungere i suoi obiettivi, egoista; cattivo umore di mattina, non gli si può dire nulla, scontroso. Molto intelligente anche se lento come ogni psorico. Collerico, suscettibile, scatti di collera fino alla follia con aggressività fisica, litigioso, dispettoso, vendicativo. Depressione se non svolge il compito o se fallisce. Pensieri suicidi con paura della morte. Non sopporta la contraddizione, accusa sempre gli altri. Non ammette i suoi errori e non chiede mai scusa. Peggiora alle ore 9, con bevande e cibi stimolanti anche se li cerca, peggiora dopo pranzo ha bisogno di dormire poco altrimenti si sveglia con cefalea alla nuca. Migliora in una stanza calda, coprendosi, con il riposo.

Polso rapido, tachicardia postprandiali. Ipersensibile ai rumori, alla luce, agli odori come Ignatia. Desidera cibi forti, conditi, alcoolici, caffè, droghe. Avversione per la carne e il pane. Insonnia: si sveglia verso le 3 e resta sveglio fino alle 6 per poi alzarsi assonnato e nervoso, sonno disturbato da pensieri lavorativi, preoccupazioni, spesso rimugina la notte sull’accaduto del giorno prima; sogni di liti, collerici, di lavoro, erotici. Starnuti a ripetizione al risveglio. Cefalea occipitale da abuso di cibo o alcolici che migliora col vomito; gonfiore addominale, stipsi cronica spasmodica, l’intestino sembra che non si svuoti mai completamente. Lingua bianca alla base, pulita sulla punta. Rinite con secrezione al mattino, naso chiuso di notte. Contratture muscolari da tensione nervosa, è una corda di violino, con vertigini al risveglio.  


PHOSPHORUS

Simpatetici, socievoli e cordiale, si commuovono facilmente tutto questo per non restare soli, desiderano essere magnetizzati. Nervosi e irritabili se stanchi perché non sanno dire di No.

Si prende tutte le colpe, anche nella terapia sbagliata. Parlano stando vicini e ti toccano continuamente, appiccicosi. Agitati, irrequieti, sempre in movimento ma si stancano subito. Attivi, laboriosi, devono fare e creare, molto fantasiosi. Sono gli egocentrici della festa, accontentano tutti pur di far piacere a scapito della propria salute. Paurosi: abbandono, fantasmi, ladri, buio, temporale, di fallire, di deludere, dei rumori improvvisi, malattie e soprattutto del cancro. << sforzi fisici e mentali, con tempo freddo, col temporale, stando soli o se abbandonati, sdraiato sul lato sinistro. >> riposando, se massaggiati, con il contatto fisico, stando in compagnia, mangiando, sdraiato sul lato destro, coccole. Desidera cibi salati, piccanti. Avversione ai pomodori, alla frutta, ai cibi e bevande acide. Dolori brucianti che >> col freddo, eccetto alla testa e alle mani. Agisce molto bene nella diarrea acquosa cronica.  Febbre con bruciore al palmo delle mani, congestione agli zigomi, sudore abbondante, fame stranamente aumentata. Epatite virale acuta con ittero. Emorragie digestive, varici esofagee nel cirrotico, epistassi, gengivite sanguinante, ecchimosi, lividi al minimo contatto. Aritmie varie, insufficienza cardiaca destra, ipertensione arteriosa. Eccitazione sessuale con impotenza, non regge a lungo. Sete inestinguibile di acqua fredda che vomita quando si riscalda nello stomaco. Sensazione di bruciori interscapolare in piccole zone. Forfora esagerata. Irregolarità mestruali, in gravidanza non riesce a bere. Si siede sulla punta della sedia, ti viene incontro. Sobbalza al minimo rumore improvviso

PLATINA

Altezzosa e superbia si alternano a stati di angoscia e malinconia. Isteria, pianto e risa alternate. Depressione puerperale. Manie e allucinazioni religiose, sogna di far l’amore con il Demonio, con i Santi. Arroganza, orgoglio, donna sprezzante e altera. Guarda dritto negli occhi, ti sfida. Sensazione di aumentare di forma e volume, super Ego. Vede tutto  più piccolo intorno a se. Disturbi mentali dopo una paura. Ipersensibilità verso gli altri. Donne magre, sanguigne, scure di capelli. Mestruazioni precoci e abbondantissime. Organi sessuali sensibilissimi, non sopporta il contatto degli indumenti intimi, neanche gi assorbenti. Dolore al coito, ipersensibile vaginale. Spasmi vaginali, vaginismo. Mentale e fisico si alternano. Ninfomania specie dopo il parto. Prurito vulvare e uterino Stitichezza quando viaggia. Metrorragia con coaguli neri, mioma uterino  .Cefalea aumenta e diminuisce lentamente con sensazione di freddo e parestesie. Dolori spastici e costrittivi.


POLULUS CANDICANS e POPULUS TREMULOIDES

1)  Utilissima nei raffreddori acuti con raucedine o afonia.  Ripristina immediatamente la voce.

Raucedine acuta da freddo, con bruciore in gola e nel naso.  Usare la T.M.

2) Traspirazione notturna. Febbre ricorrente, febbricola nella cistite cronica. Intenso tenesmo. Dolore bruciante alla minzione. Cistite conseguente a ipertrofia della prostata. Cistite in gravidanza. Urine cariche di muco e pus (Cistite asintomatica). Dolore retropubico che << alla fine della minzione. Nausea e vomito con flatulenza e acidità degli anziani. Confrontare con Cantharis, si usa la T.M. o la 1 CH.


PYROGENIUM

Antibiotico omeopatico.Polso rapido febbre bassa. Allucinazioni, delirio con loquacità. Estrema agitazione, non riesce a stare fermo un attimo. Febbre con dissociazione tra polso rapido e la temperatura che è bassa. Traspirazione abbondante di odore cadaverico, che non lo fa sfebbrare. Alito, secrezioni e deiezioni putride. Vomito continuo, diarrea fetida, bruna senza dolori addominali. Stipsi da inerzia rettale. Suppurazioni varie, specie della bocca con ascesso dentale. Febbre settica con insonnia, polso rapido e bassa temperatura. Sente battere il proprio cuore. Processi cancrerosi, tifo e paratifo con tendenza al collasso. Febbre puerperale. Peggiora col movimento, freddo umido, toccato. Migliora cambiando posizione, stirando gli arti, col alore e bagni caldi, bevande calde.

RHUS TOXICODENDRON

Inquietudine interna, con agitazione e ansia. Bisogno costante di muoversi per stare meglio. Rimugina e ripensa a eventi passati stando a letto. Confusione mentale, difficoltà a comprendere. Con Sulphur e Causticum fa parte della triade dei rimedi per il reumatismo cronico. Colpo di freddo su un corpo riscaldato da esercizio fisico. Febbre elevata a esordio progressivo, che peggiora di notte, sete di piccole quantità di acqua, freddo e dolori muscolari in tutto il corpo, dolore alla pancia, agitazione motoria non trova pace. Lingua sporca eccetto la punta che rimane color rosso vivo, triangolo caratteristico. Dolore articolare che migliora col movimento ma peggiora al primo movimento, specie al mattino. Cuoio capelluto molto sensibile. Varicella ed eruzioni cutanee con arrossamenti a chiazze o vescicole brucianti e pruriginose, come capocchia di spillo. Herpes labiale peribuccale con vescicole gialle. Lombalgia e lombosciatalgia acuta dopo sforzo muscolare intenso e esposizione al freddo. Peggiora stando fermo, col freddo-umido, dopo sforzo muscolare, la notte, all’inizio del movimento, dopo grattamento. Migliora col movimento continuo, caldo-secco, massaggiato, acqua molto calda.

SEPIA OFFICINALIS

Indifferente al prossimo, ai parenti e in casi estremi abbandona i figli. Utile in gravidanza quando c’è minaccia d’aborto, l’allattamento, avversione al matrimonio e ai figli, ama l’indipendenza. Desidera il sesso solo con amore, avversione agli uomini appiccicosi e possessivi; desidera uomini maturi, indipendenti, non invadenti. Non sopporta la consolazione, orgogliosa. Deve distrarsi per stare meglio, attiva, laboriosa, palestra, ballo. Profonda tristezza con depressione in menopausa. Paura della solitudine, degli uomini, del male, dei temporali. Intollerante alla contraddizione. Avidità, avarizia.Peggiora a stare in piedi, col freddo, pomeriggio o sera, prima del temporale, se consolata. Migliora distraendosi, stando sola, calore del letto, all’a ria aperta, con l’esercizio fisico. Desidera aceto, cibi conditi, limone. Avversione latte, maiale. Prolasso uterino o vaginale, sensazione di peso e ptosi, sensazione di palla interna. Pressione tipo “bearing down” come se ogni cosa fuoriesce dal bacino e per questo che tende a incrociare le gambe. Tendenza ad abortire al 4° o 5° mese; sterilità. Lingua sporca che migliora col mestruo, cefalea occipitale col ciclo. Lateralità sinistra, freddolosità generale. Mestruo irregolare in tutti i sensi, peggiora muovendosi, migliora con una forte pressione. Scarsa libido, anoressia mentale. Macchie gialle a sella sulle guance e sul naso, rileva disturbi uterini. Perdita dei capelli specialmente in menopausa, con obesità. Enuresi del bambino al primo sonno, urine fetide, rossicce.

SILICEA

La remissività è la sua forza, timide ma brillanti. Soprassale al minimo rumore. Debole fisicamente ma tenace mentalmente. La seconda della classe senza vanto e senza disprezzo (primo è Lycopodium). Timore di fallire, ma poi riesce, scarsa autostima. Paura inspiegabile per aghi, forbici, oggetti appuntiti. Disturbi psichici che insorgono dopo spavento, surmenage intellettuale o dopo vaccinazioni (Thuja). Sensazione di capelli sulla lingua. Ritardo nella dentizione (Calcarea). Soggetti magri, mangiano ma non ingrassano. Bambini simil-Biafra (magri con addome globoso), demineralizzati. Traspirazione abbondante piedi e testa. Avversione al latte materno, carne, cibi caldi. Unghie deboli, deformate, con macchie bianche, incarnite. Freddolosità estrema, tra i più freddolosi. Freddo glaciale prima e durante il mestruo. Angine e rinofaringite suppuranti croniche, peggiora inverno, con catarro alla tromba di Eustachio. Scarso appetito. I piedi cattivissimo odore, anche se lavati spesso. Cefalea alla nuca che si irradia sopra gli occhi, migliora alla pressione, avvolgendo in qualche cosa di caldo o chiudendo gli occhi. Ogni ferita suppura con cronicità. Ritardo nella formazione del callo osseo. Tendenza a formare fistole, ragadi anali. Perdite ematiche vaginali durante l’allattamento. Stipsi premestruale. Peggiora col freddo, umidità, corrente d’aria, sopprimendo la sudorazione, dopo uno sforzo mentale. Migliora col calore moderato, in estate.

SOLIDAGO

Rimedio tipico come drenante renale; trova ampia applicazione nei disturbi respiratori a livello polmonare e nella patologia da tubercolosi. Reni sensibili alla pressione, al tatto. Sensazione di estrema debolezza. Freddo alternato a senso di calore. Bronchite con tosse catarrale purulenta, striata di sangue. Dispnea continua fino a crisi d’asma. Urine con scarso sedimento, rossastre, dense, con renella. Presenza di albumina nelle urine, glomerulonefrite. Il dolore renale si propaga in avanti nell’addome e alla vescica. Esantema della pelle con disuria. Eczemi cronici ed altri esantemi in caso di malattia renale e disturbi articolari reumatici, ottimo drenante per i metalli. Ipertrofia prostatica con cistite.

STAPHYSAGRIA

Estremamente suscettibile, si offende per nulla e non dice nulla. Pensieri sessuali ossessivi.Sensazione intensa di grande frustrazione, nessuno mi capisce e io non riesco a comunicare il mio stato. Apatico, indifferente, depresso e scarsa memoria dopo eccessi sessuali. Disturbi compaiono dopo delusione, tradimento, abbandono, licenziamento, litigio, mortificazione, incomprensione insomma tutto crea disagio perché non sa comunicare con gli altri. Malattie secondarie a invidia, orgoglio o dispiacere.

Bambini capricciosi che gettano via gli oggetti dopo averli ricevuti. Evita la lotta, di litigare, di ribattere, reprime la collera e arriva a casa malato, tremante, distrutto fisicamente. Iperestesia dei genitali: come punture e prurito, sensibilità dolorosa non sopporta neanche lo slip o un pannolino.

Secrezioni cutanee e mucose irritanti. Irregolarità del ciclo con dolore. Spermatorrea con lombalgia. Cefalea come se il cervello fosse indolenzito. Cistite cronica o dopo delusione, con urine chiare, dolori durante la minzione. << sofferenza psichica, mortificazione, dispiacere, onanismo, eccessi sessuali. Stimolo e dolore dopo la minzione nei disturbi prostatici degli anziani. Desiderio di tabacco. Verruche peduncolate come cavolfiore, secche. Orzaioli, calazi alle sopracciglia o alle palpebre superiori che lasciano nodosità molto dure. Tosse solo di giorno o dopo pranzo, specialmente dopo la carne, o dopo una mortificazione. Odontalgia durante il ciclo che << a contatto con il cibo o bevande e non masticando.

SULPHUR

Personaggio sporco, si veste male, non curante di se stesso. Indolente, avversione al lavoro, alle regole e alle convenzioni.  Bambino con terrore dell’acqua, piange, grida, urla se si deve fare il bagno. Anticonformista, anarchico, ama la covivialità, le burle, fare buffonate. Non si vergogna di nulla, rutta, dice parolacce, oscenità anche con estranei e ride delle proprie battute in maniera assordante. Bugiardo, tende a mentire anche in buona fede. Convinto di possedere la verità e di conseguenza disprezza gli altri. Rigetta tutto ilo male verso l’esterno, sulla pelle, mentre interiormente sta bene.

Desidera salumi, carne, zuccheri, dolci, mangiare e bere. Eruzioni secche, brucianti, suppuranti, con pustole. Gli orifizi naturali sono infiammati: ano, bocca, narici, orecchie. Cattivo odore motivato, non si lava. << stando in piedi, si deve poggiare, fare la fila è debilitante. << riposando, alle 11, calore del letto, lavandosi. >> sudando, applicazioni fresche, aria aperta, coricato sulla destra. PER SMUOVERE SITUAZIONI IN BLOCCO, con periodicità. Vuoto allo stomaco alle 10 – 11. Diarrea impellente del mattino, Allegro al mattino. Si sveglia a mezzanotte con incubi, si sveglia alle 5 per defecare. Disintossicazione alcolica (negli alcolizzati). Bruciore pianta dei piedi, cerca un angolo fresco nel letto. Bruciore e prurito della pelle e delle mucose. Utile all’inizio delle malattie croniche e alla fine di quelle acute.

STRAMONIUM

Risvegli con incubi, grida e urla in piena notte, sguardo terrificato -con gli occhi sbarrati in avanti. Visioni orribili, non riconosce più nessuno

Paura terificante del buio, deve dormire con una lucina. Delirio febbrile con convulsioni.febbre con tendenza a strappare e -mordere. Delirio e crisi violente alla vista di oggetti brillanti riflettenti nell’acqua. Idrofobia, spasmi deglutendo liquidi. Digrignamento dei denti. 

Tra i più violenti, insieme a belladonna e Hyosciamus. Delirio furioso, violento, allucinatorio. 

Ipereccitabilità sessuale, spudorato, amorale, maniaco sessuale. Loquacità esagerata (Lachesis) ed incoerente. Delirium tremens. Cefalea congestizia pulsante, pupille dilatate. Cefalea da colpo di sole o calore. Spasmi laringei che << deglutendo. Asma bronchiale con broncospasmo.  << al buio, vedendo oggetti luccicanti, sopprimendo le eruzioni cutanee.

TARAXACUM

Tipico rimedio con caratteristica lingua a carta geografica, con disturbi gastrici. Attacchi biliari colici. Pelle itterica. 

Meteorismo addominale isterico, da tensione nervosa. Sensazione di calore alla testa, al vertice. Lingua a carta geografica con patina bianca, si stacca a pezzi lasciando macchie rosso vivo, sensibili al tatto. Fegato gonfio e duro. Sensazione di bolle che scoppiano nell’intestino al tatto e spontaneamente. Traspirazione esagerata la notte, a letto. Flatulenza e meteorismo persistente. Cefalea gastrica. << con il riposo, sdraiato e stando seduto. >> al movimento e toccando la parte dolente.

Interessante comparare con “CHOLINE” che è un costituente della radice del tarassaco, il quale ha dato risultati incoraggianti nel trattamento del cancro, come immunostimolante.